Atelier di Dharma al tempio Gyobutsu Ji di Nizza.

Ateliers Dharma Nice

Gli atelier di dharma, che rispondono a una precisa richiesta, sono proposti ai praticanti con cadenza mensile da circa una dozzina d’anni.

Fedeli alla tradizione che vuole che si insegni solo a coloro che lo desiderano, all’inizio dell’anno chiediamo ai praticanti che cosa vorrebbero studiare tra le proposte che gli facciamo. In seguito, un anziano che si sente toccato da questo aspetto, si propone per fare un insegnamento.

Yuno Rech cerca allora tra suoi insegnamenti come approfondire l’argomento scelto. Gli atelier di dharma sono programmati in anticipo in modo che le persone non arrivino impreparate e abbiano il tempo di impregnarsi dell’argomento e di studiarlo.

Dopo l’esposizione dell’argomento, c’è un dibattito. E’ tuttavia importante che queste riunioni non si trasformino in una terapia di gruppo in cui ognuno si crede invitato a dare le sue impressioni. Un mediatore veglia al buon svolgimento degli scambi.

Dopo aver studiato qualche sutra originale del buddhismo, è risultato evidente che i sutra cantati nel dojo erano degli elementi di studio molto ricchi e privilegiati per comprendere il senso delle cerimonie che pratichiamo. Per molto tempo, le cerimonie non hanno avuto il favore del sangha, ma oggi che sono praticate profondamente, comprendiamo che esse partecipano al nostro risveglio.

Praticare senza comprendere o rifiutare per diffidenza sono due atteggiamenti sbagliati. Per questo gli atelier di dharma a Gyobutsu Ji adempiono pienamente alla loro vocazione di risveglio e aiutano alla diffusione del Dharma del Buddha.