Evelyn Reiko de Smedt

Evelyn Reiko de Smedt

Dopo qualche anno di studio e pratica del sanscrito e dello yoga, si interessa alle spiritualità orientali e collabora a diverse pubblicazioni sulla ricerca interiore, in particolare Planète nel gennaio 1972.

Nel gennaio 1973, incontra il maestro Taisen Deshimaru, in un atelier del XIV quartiere di Parigi, dove insegnava la Via del Buddha : zazen.

Con il suo maestro si stabilisce un legame sempre più forte, e nel marzo 1975 riceve l’ordinazione di monaca. Lo aiuta anche alla redazione e pubblicazione della maggior parte dei suoi libri in lingua francese.

Dopo la morte del maestro, continua a diffondere il suo insegnamento attraverso i libri : Zen e cristianesimo, La luce del satori (nelle edizioni Albin Michel), Zen (testo illustrato in collaborazione con M.Bovay e L. Kaltenbach), I Patriarchi dello Zen, e attraverso le sesshin che dirige.

Nel 2005, fonda Mokuonji, Eremo della melodia del silenzio, posto nell’altopiano calcareo del Quercy, al centro del Lot, dove organizza delle sesshin stagionali.

Nel maggio 2009, fa la cerimonia di shusso (primo monaco) con Genshu Imamura Roshi in Giappone, al tempio Kongo-in.